PRISMI News

Bando regionale dell'Emilia-Romagna per le PMI

Scritto da Fabio Prandini il 27-08-2020

Argomenti: PMI

Il bando regionale dell’Emilia-Romagna che si attiverà a breve intende promuovere la “riqualificazione e la valorizzazione delle attività commerciali e di pubblico esercizio” sul nostro territorio.

bando-finanziamento-ideas-1

Di cosa si tratta?

Si tratta di un’agevolazione a fondo perduto concessa in regime de minimis, cioè che può essere erogata alle imprese senza violare le norme sulla concorrenza. L’importo totale massimo degli aiuti di questo tipo ottenuti da una impresa non può superare, nell’arco di tre anni, i 200.000 euro.

L’agevolazione a fondo perduto sarà del 40% delle spese ammissibili. Il progetto dovrà avere una dimensione minima di 15.000€ e il contributo massimo non potrà comunque eccedere i 30.000€.

Vi è però un'eccezione: un incremento del 5% o del 10% in casi particolari, come quelli di imprese che operano in locali presi in locazione, o di progetti con una ricaduta positiva sull’occupazione.

 

Chi può fare domanda?

Tutte le Piccole e Medie Imprese di qualsiasi forma giuridica che:

  • esercitano un'attività commerciale al dettaglio in sede fissa, anche stagionale, avente i requisiti di esercizio di vicinato ai sensi della vigente normativa (art. 4, comma 1, lettera d del D.Lgs. n. 114/1998);
  • esercitano, anche in forma stagionale, una attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande ai sensi della vigente normativa (art. 2, comma 2 della L.R. n. 14/2003)

Qui sotto potrai scaricare l’elenco delle tipologie di attività che sono ammesse:

 

Elenco Codici Ateco ammissibili

 

Qual è il termine d’iscrizione?

Il 15 settembre 2020 si aprirà la finestra per l’invio delle domande, ma già dal 14 settembre 2020, a partire dalle ore 10.00 del mattino, sarà possibile caricare la documentazione prevista dal bando e la compilazione della domanda.

La scadenza per la partecipazione è fissata al 29 ottobre 2020 alle ore 13:00.

È importante però ricordare che è stato fissato un tetto di 200 domande, al raggiungimento delle quali il bando verrà chiuso anticipatamente.

Qui sotto potrai scaricare le istruzioni per presentare la domanda:

 

Istruzioni per la presentazione della domanda

 

Le spese ammissibili sono:

  • opere edili, murarie e impiantistiche connesse agli interventi di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture in cui si svolge l’attività;
  • consulenze di progettazione, direzione lavori e collaudo, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività (nella misura massima del 10% delle spese di cui alla precedente voce);
  • acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela, nonché di sistemi per la vendita di prodotti sfusi e di vuoto a rendere;
  • acquisto di dotazioni informatiche (hardware), per l’acquisto di software e relative licenze d’uso, di servizi di cloud computing funzionali all’esercizio dell’attività e all’offerta o al miglioramento di nuovi servizi e/o prodotti alla clientela, nonché per la realizzazione di siti internet ed e-commerce, con esclusione delle spese relative alla manutenzione ordinaria, all’aggiornamento e alla promozione;
  • acquisto di beni intangibili quali brevetti, marchi, licenze e know how;
  • acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione delle domande (nella misura massima del 10% delle spese elencate precedentemente).

 

Se sei cliente PRISMI e vuoi approfittare del bando, ma hai bisogno di un approfondimento, clicca su uno o su entrambi i pulsanti qui sotto.

Ti contatteremo appena possibile per rispondere alle tue domande.

 

Vorrei sapere quali prodotti digitali posso finanziare col bando

 

Vorrei saperne di più sul bando

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su: