PRISMI News

Come migliorare i tempi di caricamento del tuo sito

Scritto da Riccardo Bassetti il 06-08-2020

Argomenti: Search, seo, ilwebdiventasemplice

Avere tempi di caricamento del sito il più possibile rapidi oggi è fondamentale sia dal punto di vista del marketing che dal punto di vista SEO.

I tempi di caricamento, infatti, sono un fattore di ranking molto importante, soprattutto in virtù del fatto che ormai l’80% delle navigazioni avvengono da mobile: un sito deve essere il più possibile snello e leggero, perché deve poter essere visualizzato da dispositivi spesso poco performanti, su reti al minimo della banda e da utenti sempre meno pazienti.

In base alla qualità delle pagine che vengono presentate, Google determina il posizionamento del sito nelle SERP e il costo di un eventuale annuncio di pay per clic. Se il sito si carica lentamente, il tempo medio di permanenza degli utenti sarà molto breve, con una percentuale di bounce rate (il cosiddetto “rimbalzo”) molto alta e una conseguente diminuzione del tasso di conversione.

Avere un sito lento inoltre, rende negativa l’esperienza di navigazione: soprattutto negli E-commerce, quando un nuovo prospect naviga il nostro sito per la prima volta, se avrà una esperienza negativa sicuramente non si trasformerà in cliente, non lascerà recensioni positive e non contribuirà alla promozione dello shop. Quasi sempre, a parità di prodotto, il sito che riesce a vendere è quello che offre una esperienza di navigazione migliore, allo stesso tempo semplice, diretta e completa.

Ricerca online

Vorresti integrare una strategia SEO a un'attività Paid? Ti suggeriamo questo articolo.

 

Cosa è possibile fare per avere tempi di caricamento rapidi e migliorare la UX?

  1. Scegliere un server dedicato e capace di supportare la quantità di richieste che il sito riceverà. Un server condiviso, magari su un hosting gratuito, dopo aver dato l’impressione di risparmio iniziale potrebbe procurare danni in termini di performance di navigazione, di elevato bounce rate e farà pensare a un progetto fallimentare complessivo, quando invece potrebbe essere solo necessario abbassare i tempi di caricamento per iniziare a vendere con continuità.

 

  1. Ridurre le chiamate http: poiché nel caricamento di una pagina concorrono diverse chiamate http per diversi elementi, come CSS, HTML, JavaScript (che compongono la pagina), riuscire a ridurre il numero delle chiamate è importante per limitare i tempi di caricamento, raggruppando, dove possibile, i file css in un unico file, i file javascript in un unico file e così via…

 

  1. L'abilitazione della compressione GZIP può ridurre significativamente il tempo necessario per scaricare i file HTML, CSS, JavaScript perché vengono scaricati come file compressi, e quindi di dimensioni minori, che vengono poi decompressi automaticamente una volta arrivati ​​nel browser.

 

  1. Abilitare la memorizzazione del sito nella cache del browser, in modo tale che il browser non dovrà effettuare lo stesso numero di chiamate tutte le volte che si rivisita lo stesso sito, come fa per la prima navigazione. Ciò riduce il numero dei file che devono essere ogni volta scaricati, rendendo il sito molto più rapido nel caricamento e nella navigazione.

 

  1. Minimizzare i file CSS e Javascript, rimuovendo lo spazio bianco e i commenti non necessari, riducendo quindi le dimensioni dei file e il tempo necessario per scaricarli.

 

  1. Dare la priorità ai contenuti above the fold, in modo tale che un utente abbia tutte le informazioni necessarie senza obbligarlo a scrollare, costringendo il browser a caricare tutto il sito.

 

  1. Ottimizzare le immagini ed i video in modo da farli caricare delle dimensioni e del peso realmente necessari per una corretta visualizzazione, mentre solitamente vengono caricati più grandi e pesanti del dovuto, con una risoluzione inutile visto l’utilizzo da smartphone.

 

Queste operazioni sono facilmente eseguibili da ogni webmaster e possono essere determinanti per il successo di un business online.

 

Se vuoi leggere ulteriori approfondimenti sul servizio SEO, ecco qualche informazione per te a questo link.